Tel: +390290380688 Email: info@tecnolafer.it

TECNOLAFER s .r.l. dispone di un centro dì lavoro per la punzonatura e la deformazione della lamiera, è un impianto combinato di ultima generazione, modello Trumpf Trumatic 6000.

La combinata Trumpf Trumatic 6000. La combinata è costituita da una punzonatrice lamiere di ultima generazione e da una sorgente Laser ad alta definizione, che mette a disposizione la versatilità e la tecnologia della punzonatura, con la flessibilità e le prestazioni del taglio laser.

L’impianto è completamente automatico ed è dotato di un traspositore a ventose per il carico automatico e programmato del materiale e lo scarico pallettizzato del materiale e dello scarto.

La punzonatrice lamiere, utilizza una nuova testa di lavoro in grado di raggiungere una sequenza di 900 colpi/min in punzonatura e 2800 colpi/ min in marcatura.

Grazie alla potenza del generatore laser e alle molteplici possibilità di ottimizzare il processo di taglio, la Trumatic 6000 aumenta enormemente la produttività e rappresenta un concetto di lavoro che consente lavorazioni combinate di pezzi complessi, e allo stesso tempo lavora in modo economico piccoli quantitativi, tutto questo a garanzia di una elevata qualità del prodotto.

  • Punzonatura e contornatura standard (foratura tonda o rettangolare) in una corsa.
  • Contorni esterni ed interni “in filigrana” con spigoli di taglio lisci, esenti da bava.
  • Diversi tipi di deformazione (p.es. feritoie, imbutiture e nervature).
  • Piccole piegature e bordature di irrigidimento
  • Marcatura visibile con utensili a coniare e a marcare
  • Pellettizzazione dello scarico e dello scarto.

La TruMatic 6000 non solo abbina i vantaggi della punzonatura lamiere a quelli della lavorazione laser, ma garantisce anche un’elevata velocità di lavorazione e qualità perfetta dei pezzi senza graffiature. Il vantaggio è evidente: una maggiore produttività, in particolare per i contorni sottili.

La TruMatic 6000 può lavorare tutti gli spessori di lamiera con la medesima testa di taglio. Il cambio di ugelli avviene in automatico, così si riducono i tempi morti e diventa possibile tagliare ciascun materiale in qualunque formato in qualsiasi sequenza, facilmente e senza l’intervento dell’operatore.

Una volta posizionata la lamiera, la matrice si abbassa in modo da non venire in contatto con la lamiera stessa. Questo è valido sia per le matrici di punzonatura, sia per quelle dedicate alle elevate deformazioni. Inoltre previene il rischio che le deformazioni, durante il riposizionamento della lamiera, si blocchino nella matrice. In questo modo la matrice non è più un elemento di disturbo, semplificando così la programmazione.